Novità e iniziative
approfondimenti
30 luglio 2019

BLOCCHI DEL TRAFFICO IN LOMBARDIA, DALLA REGIONE NUOVE MISURE “INTELLIGENTI” PER AFFRONTARE L’INQUINAMENTO

WhatsApp Image 2019 07 30 at 11.57.28

Rebecchi: proposte pragmatiche per combinare le esigenze di ambiente e imprese.

<<Per combattere l’inquinamento occorrono azioni di area vasta sostenibili anche dal punto di vista economico, per evitare che le necessarie misure per il contrasto all’inquinamento gravino eccessivamente sulle fasce più deboli dei cittadini e delle imprese: apprezziamo dunque lo spirito delle nuove proposte regionali, che confidiamo possano tradursi presto in misure concrete a sostegno delle imprese lombarde», così Gianni Rebecchi, Presidente di Confesercenti regionale Lombardia, commenta le misure rivelate questa mattina dall’Assessore all’ambiente Raffaele Cattaneo nell’ambito del Tavolo regionale per la qualità dell’Aria riunitosi questa mattina a Palazzo Lombardia.

Due, nello specifico, le misure proposte dall’Assessore e che dovrebbero essere sottoposte domani al voto della giunta regionale lombarda: l’una volta a ridistribuire le risorse per il rinnovo del parco veicolare anche in favore degli automezzi Euro 6 Diesel, l’altra diretta a rivedere il rigido sistema dei blocchi del traffico grazie a un dispositivo tecnologico in grado di misurare i chilometri effettivamente percorsi.

Quanto alle agevolazioni per la sostituzione dei veicoli, il nuovo provvedimento dovrebbe semplicemente rivedere i veicoli potenzialmente finanziabili, consentendo l’effettiva spesa degli 8,5 milioni di euro già stanziati per la sostituzione dei veicoli commerciali, al momento erogati per meno di due milioni, stante il limitato novero di motorizzazioni sinora coinvolte.

«Una scelta che chiedevamo da tempo - prosegue Rebecchi - evidenziando che il mercato al momento semplicemente non offre soluzioni tecnologiche differenti dal Diesel per gran parte dei veicoli trasporto merci».

Riguardo, invece, al superamento dei sistema dei blocchi, questo dovrebbe avvenire grazie all’introduzione di un programma sperimentale su base volontaria, basato su un nuovo dispositivo tecnologico denominato MoVe-In (Monitoraggio Veicoli Inquinanti).

MoVe-In consentirà ai cittadini e alle imprese che vorranno aderire l’istallazione sui rispettivi veicoli di una “scatola nera” collegata via satellite a una piattaforma telematica che rileverà in tempo reale chilometri, percorsi e stili di guida, misurando l’effettivo livello di emissioni. Ciò al fine di consentire lo spostamento, in qualsiasi orario, anche dei veicoli meno recenti, sia pure per un limitato numero di chilometri annui.

«Una misura che confidiamo possa essere condivisa da tutti i Comuni lombardi, superando l’attuale babele di limiti che appare, oltre che caotica, semplicemente incompatibile con l’esigenza di affrontare l’inquinamento in un’ottica di area vasta», conclude Rebecchi.

Vuoi maggiori informazioni?

Compila la form qui a fianco e sarai ricontattato al più presto