Novità e iniziative
approfondimenti
14 maggio 2020

Misurazione obbligatoria della temperatura: lettera al Presidente di Regione Lombardia da Confesercenti Lombardia

2

Il Presidente di Confesercenti Lombardia, Gianni Rebecchi, ha scritto al Presidente di Regione Lombardia in merito all'ordinanza n.546 che sancisce l'obbligo per il datore di lavoro di misurare la temperatura dei lavoratori dal prossimo 18 maggio.

Si riporta di seguito il testo della lettera.


Egregio Presidente,

con la presente siamo a formalizzare richiesta di revisione dell’ordinanza in oggetto, per la parte che impone ai datori di lavoro la misurazione della temperatura corporea dei lavoratori a far data dal prossimo 18 Maggio.

Tale misura costituisce un ulteriore aggravio per le nostre imprese, già in difficoltà, che oltre a doversi dotare di strumenti di non scontato reperimento in questo momento di emergenza, sarebbero peraltro esposte a problematiche non secondarie in ordine alla gestione dei dati riservati di natura sanitaria dei lavoratori.

La stessa misura ci pare inoltre giustificata da motivazioni che non tengono conto del fatto che – tanto più in questo particolare contesto storico – appare difficile immaginare che un lavoratore voglia occultare il proprio stato febbrile al datore di lavoro, imponendo a quest’ultimo di effettuare invasivi controlli nei suoi confronti.

Confidiamo dunque che vorrà rivedere l’ordinanza 546 prevedendo la misurazione della temperatura come una mera raccomandazione e non già come un obbligo per i datori di lavoro.

Ringraziando per l’attenzione, porgo distinti saluti.

Il Presidente

Gianni Rebecchi

 

Vuoi maggiori informazioni?

Compila la form qui a fianco e sarai ricontattato al più presto