Novità e iniziative
approfondimenti
26 settembre 2018

Riconosciuti altri 90 negozi storici in Lombardia

negostorici

La Regione allunga la lista degli esercizi riconosciuti.

Ragno (Botteghe Storiche di Lombardia): <<Servono tutele e una legge ad hoc>>.

 

Si arricchisce il Registro regionale dei luoghi storici del commercio. Regione Lombardia ha, infatti, assegnato 90 nuovi riconoscimenti ad attività commerciali che vantano più di 50 anni alle spalle, portando così a 1.713 il numero delle attività iscritte nel Registro. Solo nel 2018 sono state individuate 133 botteghe.

 

Tra le “new entry” si contano 80 “Storiche attività”, mentre 10 hanno ottenuto il riconoscimento di “Negozio o locale storico”. In quest’ultima categoria si colloca anche il primo “Distretto storico del commercio” riconosciuto ufficialmente da Regione Lombardia; si tratta dell’addensamento commerciale del comune di Busto Arsizio.

 

Con l’istituzione del Registro regionale, le attività commerciali e artigianali che hanno almeno 50 anni di attività documentata, siano essi storiche attività, negozi e locali storici o insegne storiche e di tradizione (le tre tipologie previste dalla normativa), possono fare domanda per ottenere il riconoscimento e l’iscrizione all’apposito registro regionale dei Negozi Storici.

 

<<Rivolgiamo le nostre congratulazioni a tutti i 90 colleghi che hanno ottenuto il riconoscimento grazie alla loro passione e al loro impegno, portati avanti nelle varie province della Lombardia>>, afferma Luigi Ragno, Presidente dell’Associazione Botteghe Storiche di Lombardia, nata alcuni mesi fa in seno alla Confesercenti regionale.

 

<<La permanenza di attività così longeve – prosegue Ragno - non è solo una questione di tradizione, ma testimonia ingegno, tenacia, capacità di rinnovarsi e impegno costante. La sopravvivenza dei negozi che da decenni si affacciano con le loro vetrine sulle vie delle nostre città va tutelata, come bene collettivo e parte dell’identità delle nostre comunità e dei nostri territori>>.

 

<<Per questo abbiamo costituito l’Associazione Botteghe Storiche di Lombardia e invitiamo i colleghi ad aderire, per avere più voce, insieme. Serve una nuova regolamentazione che consenta di accedere ad appositi contributi e sgravi e che preveda maggiori tutele di fronte a un mercato sempre più aggressivo. E’ di poche settimane fa, ad esempio, la nostra proposta di imporre, anche in Lombardia come già fatto dal Comune di Firenze, un vincolo immobiliare che impedisca alle insegne tradizionali di venire “sloggiate” con facilità stabilendo che gli immobili che ospitano i negozi storici siano sottoposti al “divieto di trasformazione”.>>

 

Visita la pagina Facebook Botteghe Storiche di Lombardia

Vuoi maggiori informazioni?

Compila la form qui a fianco e sarai ricontattato al più presto